Selfie di coppia: ecco cosa si nasconde dietro un social media.

Selfie di coppia: ecco cosa si nasconde dietro un social media.

Postate in continuazione selfie di coppia? C’è qualcosa che non va.

Selfie di coppia al mare, in montagna, durante una cena tra amici o in una romantica passeggiata mano per la mano. Una foto ci sta sempre. Se da un lato non vedere foto della propria coppia o di se, sulla pagina del proprio partner, può far nascere qualche dubbio, non deve farci dormire sogni tranquilli il contrario.

Secondo più studiosi e analisti, la vita di coppia potrebbe essere in pericolo quando si fa un uso smodato delle foto pubblicate sui social. Secondo Nikki Goldstein, sessuologa ed esperta di dinamiche relazionali, postare tante foto della propria relazione potrebbe rivelare una forte insicurezza da parte dell’uploader ossessivo. Insicurezza incentrata sul proprio partner o su se stessi.

Perché si postano tanto i selfie di coppia su Instagram o Facebook? Per essere rassicurati dalle proprie cerchie online. I like sono terapie palliative per l’autostima carente, singola e di coppia”. Spesso chi posta di più è alla ricerca di conferme” sostiene l’esperta.

Oltre a questo aspetto, ancora più grave è la seconda osservazione che Goldstein fa: “pubblicare foto e video, in maniera compulsiva, rivela l’incapacità di realizzare il tempo che si vive e goderselo appieno, ed in una coppia è ancora più pericoloso. Spesso si perde più tempo dietro ad un filtro, si fanno e rifanno decine di foto, alla ricerca della migliore espressione, per avere conferme, per aumentare l’autostima”. Ciò vale per un singolo e ancor di più per una coppia. Filtri, hashtag, scatti e riscatti indicano non tanto la volontà di conservare un ricordo, quanto di affermarsi, confermarsi, assicurarsi e rassicurarsi.

Ma attenzione, non è finita qui: c’è la didascalia, il testo di accompagnamento al selfie di coppia.

“La mia donna”, “il mio sole”, “la mia luce”. L’indicazione possessiva rivela ancor di più l’insicurezza .

Sia chiaro, si tratta di comportamenti da analizzare nel singolo caso, ma un consiglio resta valido: non trasformate la complicità (della coppia) in condivisione (sui social). Qualche video, o dei selfie, non scalfiscono ma rinforzano, e come in tutte le cose, una dose di equilibrio è consigliata.

 

ti è piaciuto? condividilo su

Info sull'autore

Alberto Siculella administrator

Commenta