Archivio giornaliero 6 luglio 2017

Ottimizzare le immagini

Parliamo di ottimizzare le immagini e come rendere più performante il tuo sito internet.

Oggi prenderemo in considerazione un altro aspetto fondamentale che contribuirà ad aumentare l’efficienza dei nostri siti web, ossia ottimizzare le immagini o elementi grafici che andranno a contribuire alla realizzazione della nostra pagina.

Ci sono tre possibilità per ottenere delle immagini da utilizzare nella realizzazione delle nostre pagine web

  • elaborazione autonoma attraverso un programma di editing (ad es. Photoshop e Gimp)
  • Acquistare o ottenere immagini gratuite già pronte, presenti su siti dedicati proprio alla vendita o alla condivisione di immagini non specifiche ma realizzate appositamente per il web
  • Reclutare dei professionisti affinché realizzino delle immagini esattamente secondo i nostri desideri e scopi

Dopo aver visto come ottenere le immagini adatte al nostro progetto, vediamo come elaborarle affinché possano essere inserite in maniera “ottimale” nelle nostre pagine.

Nell’elaborazione di un immagine, ad esempio quando si interviene con un “Ritaglio Creativo”, ossia l’estrapolazione di parti di determinate immagini definite anche knock-out per reinserirle in forme o maschere diverse dall’originale; oppure ancora quando si vogliono modificare le proporzioni, o ancora quando si parte da un progetto grafico ad alta risoluzione (come ad esempio per la stampa) occorre utilizzare il formato corretto affinché un immagine venga elaborata per la grafica web.

 

Attualmente tre sono i formati accettati e correttamente utilizzati dai browser:

  • JPEG
  • GIF
  • PNG

 

Il JPEG, più diffuso al mondo, viene supportato praticamente da ogni programma di grafica e da qualsiasi piattaforma. E’ stato sviluppato specificamente per archiviare del materiale fotografico digitale. Si tratta infatti di un formato per il quale si può impostare a completo piacimento uno specifico livello di compressione. Tuttavia proprio per questo, un eccessivo livello di compressione dell’immagine causerà una significativa perdita di qualità.

 

Il formato GIF (Graphics Interchange Format) comprime i file grafici sulle base dei colori presenti in un’immagine. Sebbene il livello di compressione per questo specifico formato non comporti perdite di qualità per le nostre immagini, i file GIF supportano un massimo di soli 256 colori, poco adatto alle rappresentazioni di immagini fotografiche per il web. Questo formato è ottimo per tutti quegli elementi grafici contenenti una gamma limitata di colori, come ad esempio simboli, icone, linee, punti ecc. Inoltre questo formato ha la particolarità di visualizzare particolari effetti di trasparenza e supportare delle animazioni.

 

Il formato PNG (Portable Network Graphics) è stato sviluppato come specifica alternativa al formato GIF. Come per quest’ultimo, il PNG supporta gli effetti di trasparenza ma con una resa finale migliore; inoltre il livello di compressione risulta essere migliore rispetto ai precedenti formati, sempre senza perdere di qualità

ti è piaciuto? condividilo su