Archivio annuale 2018

Agenzia di web marketing a Lecce.

Agenzia di web marketing a Lecce: ecco a chi affidarsi.

Se stai cercando un’agenzia di web marketing a Lecce sei nel post giusto. Studio Siculella unisce le competenza del marketing tradizionale, alle nuove tecnologie. Solo così, partendo da una formazione classica, si possono utilizzare al meglio strumenti digitali. La creazione di un sito, quanto la gestione dei social media, fanno parte di una fase operativa. Solo se alla base del lavoro c’è un momento di analisi e di strategia possiamo parlare di marketing.

Ecco perché se stai cercando un’agenzia di web marketing a Lecce hai trovato Studio Siculella. Sappiamo che per realizzare alcuni strumenti, e gestirli, possono essere capaci in tanti. Realizzare una strategia, con strumenti digitali, fini a raggiungere un obiettivo, in coerenza con budget, mercato, tempi, risorse, e con azioni misurabili sono davvero in pochi a potertelo garantire.

Studio Siculella applica dunque la conoscenza approfondita e la formazione specifica del proprio personale, sui mezzi digitali, realizzando:

  1. Web strategies. Ovvero piani strategici di marketing sul web.
  2. Siti internet. Dalla fase tecnica a quella estetica, per rendere il tuo sito funzionale, bello e user friendly. Sviluppiamo siti, responsive, performanti, multilingue, piattaforme e-commerce, blog. Ristrutturiamo, implementiamo, progettiamo e curiamo qualunque forma di presenza online.
  3. Social media management. Ovvero tutte le attività di comunicazione e promozione tramite i social network sites. Nella loro fase organica, quanto per le campagne a pagamento.
  4. SEO, SEM, SEA. Tutte le strategie per posizionare, indicizzare, pubblicizzare e migliorare le conversioni sul tuo sito. Non cadere nel deep web, sfrutta le soluzioni Search Engine di Studio Siculella.
  5. Banner e link strategy. Creazione di banner pubblicitari, affissioni web e diffusione link per aumentare la forza e la centralità del tuo sito e renderlo un Hub.

Quando cerchi un’agenzia di web marketing a Lecce trovi Studio Siculella, i professionisti del marketing lo sono anche nel web. Contattaci senza alcun impegno e insieme elaboreremo la migliore strategia possibile per la tua attività. CONTATTACI

Vuoi scoprire novità, avere informazioni dal mondo del web? Segui la nostra pagina Facebook e resta sempre aggiornato.

ti è piaciuto? condividilo su

Nuovo simbolo della Lega Nord: più che un logo sembra un’istigazione.

Salvini e le ambizioni da premier: ecco come il partito del carroccio prova a riposizionarsi. Presentato il nuovo simbolo della Lega Nord, che strizza l’occhio al meridione tradendo le sue radici.

Il nuovo simbolo della Lega Nord è un tentativo di riposizionarsi sul mercato elettorale, lisciando il pelo agli ex nemici di sempre. Sono lontani gli anni in cui i meridionali erano colerosi e terremotati. Anni in cui sotto il Po si sognava una scossa che separasse il felice, ridente e ricco nord, da un triste, malavitoso e povero sud. Ma si sa, i tempi corrono e la bussola indica che c’è sempre un sud più a sud. C’è sempre un terrone più terrone, un povero più povero. E poi si sa, per tenere testa alle ambizioni di governo di Salvini non si possono mica triplicare le nascite di settentrionali puro sangue. Allora bisogna chiedere il voto anche a quelli lì, quelli sotto il Po. Turarsi il naso e sperare di non contrarre malattie. Un lavorio lungo, certosino e curato nei minimi dettagli. Ecco le principali azioni di comunicazione leghista per posizionarsi come forza nazionale e non più settentrionale.

  1. Il nemico unico, in pieno stile propagandistico, diventa l’immigrato. Figura mitologica che solitamente è descritta come assassino, pericoloso, stupratore, e se ci ruba il lavoro ed è “negro” è perfetto. Ottimo padre di famiglia o spacciatore, rom o senegalese, nato in Italia o meno, non importa, l’importante è che vada “via dalle balle”.
  2. Pensioni e lavoro. Ovvero il ciclo di vita di una persona. Sono questi i temi (oltre all’immigrazione) al centro dell’agenda della Lega di Salvini. Di fatto comprendono tutto, ma sono solo due temi. Una scelta ottima per colpire dai più giovani ai più anziani, senza entrare nel merito ma seguendo il malcontento di chi non trova lavoro (colpa degli immigrati o al massimo dell’Europa) e di chi ha lavorato per anni e dovrà continuare a farlo in attesa di una pensione che si allontana sempre di più.
  3. Cambiare volto, cambiare volti. Non più Bossi, Borghezio, Maroni. Il volto televisivo, radiofonico è solo quello di Matteo Salvini. Candidato premier, segretario, padre, padrone, custode, tesoriere, cuoco, usciere, fosse per lui si potrebbe anche cancellare il nome della Lega, al posto di un Noi con Salvini (già fatto).

Ecco da dove nasce il nuovo simbolo della Lega Nord.

  • Sparisce il verde padano
  • Entra il blu/azzurro italiano
  • via il sole delle Alpi
  • Scompare l’indicazione “NORD”

Resta soltanto il nome “LEGA” e la rappresentazione di Alberto da Giussano, leggendario combattente della battaglia di Legnano. Leggendario appunto perché studi storici non comprovano la reale esistenza. Così il logo rappresenterà solo un mito, una leggenda, quella di un uomo mai esistito e quella di un leader mai diventato.

ti è piaciuto? condividilo su

Come riconoscere un vero esperto di marketing.

Riconoscere un vero esperto di marketing è sempre più difficile, ecco alcuni suggerimenti per stare alla larga dai cialtroni.

Come riconoscere un vero esperto di marketing prima di affidargli un lavoro? Va da sé che “tuo cugino fa siti” e “mio nipote è bravo coi disegni”, ecco 5 caratteristiche che ti permettono di distinguere un vero marketer da un ciarlatano.

  1. Un esperto di marketing non lavora con un sito, o con facebook. Saprà farti comprendere che quelli sono semplici strumenti, e prima di qualsiasi azione analizzerà, studierà e considererà quali sono: obiettivi, risorse, tempi e di conseguenza, e solo dopo, scegliere gli strumenti necessari per perseguire la strada giusta. Se accetterà di eseguire lavori con strumenti indicati può essere un tecnico del web, grafico, ma non un vero consulente di marketing. Provate voi ad andare da un medico e dire con quale strumento vi deve operare.
  2. I ciarlatani ti inseguono, i professionisti ti seguono.
  3. Un esperto di marketing sa che senza strategia può subentrare la fortuna, la capacità economica o altre variabili più o meno impazzite. Senza una buona strategia, se non siete né ricchi né fortunati, non andrete lontano, e questo un professionista serio e corretto ve lo ripeterà mille volte.
  4. Marketing è il termine più inflazionato con il quale si tende ad identificare un aspetto della comunicazione che mira a rendere migliore tutto ciò che in realtà non vale quanto mostra. Niente di più sbagliato. Il marketing è l’insieme di discipline che, dall’economica alla psicologia, tiene presente tutte le condizioni che permettono un migliore e più proficuo punto di incontro tra domanda e offerta. E se questo non è possibile, in fase d’analisi, il buon professionista consiglia di lasciar stare, i ciarlatani ti diranno “con un buon sito spiccherai il volo” e si ostineranno a spremerti. Non accorgertene tardi.
  5. “Tanto che ci vuole?”. Per un ciarlatano non ci vuole niente, per un vero esperto di marketing ci sono voluti anni di università, corsi di formazione, workshop, seminari, master e continui aggiornamenti.

Cerchi un esperto di marketing? Prendiamoci un caffè

Segui tutti gli aggiornamenti dal mondo del marketing, del web e dei social sulla nostra pagina Facebook.
ti è piaciuto? condividilo su
Pagina